Cistite enfisematosa: una rara causa di macroematuria


La cistite enfisematosa è una condizione infettiva della vescica urinaria relativamente rara.
L’incidenza di mortalità è alta se la diagnosi è ritardata o se il trattamento è inadeguato.

E’ stato presentato un caso non-comune di cistite enfisematosa in un uomo di 81 anni con una storia di diabete mellito di tipo 2 e infarto del ponte, che si è presentato presso il Dipartimento d’Emergenza a causa di macroematuria.

La tomografia computerizzata e la radiografia diretta hanno rivelato gas localizzato entro la vescica, che era compatibile con la diagnosi di cistite enfisematosa.

E’ stato inserito un catetere Foley.

L’urinocoltura ha mostrato presenza di Klebsiella pneumoniae.

Il paziente è stato trattato con Cefotaxima ( Zariviz ) 2 g/die.
L’esame radiografico e la tomografia computerizzata hanno mostrato regressione del gas intraluminale.

Secondo gli Autori, la tomografia computerizzata è raccomandata per la diagnosi definitiva della cistite enfisematosa.
Un’adeguata terapia antibiotica, uno stretto controllo della glicemia, un’adeguato drenaggio dell’urina ed una tempestiva terapia per possibile sepsi sono indicati per la prevenzione delle complicanze della cistite enfisematosa. ( Xagena2008 )

Chang CB, Chang CC, J Emerg Med 2008; Epub ahead of print


Uro2008 Farma2008

Altri articoli