La vitamina B6 riduce il rischio di tumore del colon-retto nelle donne


La vitamina B6 ha un ruolo nella sintesi del DNA e nella sua metilazione.

Alterazioni in questi processi possono dar origine alla carcinogenesi a livello colorettale.

E’ stata esaminata l’associazione tra assunzione con la dieta, nel lungo periodo, di vitamina B6 ed il rischio di tumore del colon–retto.
Inoltre è stato verificato se questa associazione venisse modificata dal consumo di alcol.

Lo studio di popolazione, coordinato da Susanna Larsson del Karolinska Institutet a Stoccolma, ha coinvolto 61.433 donne, di età compresa tra 40 e 76 anni, con nessuna storia di tumore.

Le informazioni sulla dieta sono state ottenute mediante questionari.

Il periodo medio osservazionale è stato di 14,8 anni.
Nell’arco di questo periodo sono stati diagnosticati 805 casi di tumore del colon retto.

L’assunzione con la dieta di vitamina B6 è risultata inversamente associata a rischio di carcinoma colorettale.

Rispetto alle donne con il più basso quintile, quelle con il più alto quintile di assunzione di vitamina B6 avevano un rischio inferiore del 34% ( rate ratio: 0,66 ).

L’associazione era più pronunciata tra le donne con moderata-alta assunzione di alcol.

Il rate ratio del tumore colorettale facendo il raffronto tra i quintili estremi di assunzione di vitamina B6, è stato 0,28 tra le donne che assumevano 30 o più grammi di alcol a settimana ( approssimativamente 2 bicchieri a settimana ).

Questo studio ha dimostrato che la vitamina B6 può avere un ruolo nella prevenzione del tumore colorettale, particolarmente tra le donne che assumono alcol. ( Xagena2005 )

Larsson SC et al, Gastroenterology 2005; 128: 1830 –1837

Gastro2005 Onco2005

Altri articoli