Odanacatib: trattamento continuato per 3 anni della bassa densità minerale ossea nelle donne in postmenopausa


L’inibitore selettivo della catepsina K, Odanacatib, ha progressivamente aumentato la densità minerale ossea ( BMD ) e ha diminuito i marcatori di riassorbimento osseo durante 2 anni di trattamento in donne in postmenopausa con bassa BMD.

Uno studio di estensione di 1 anno ha ulteriormente valutato l'efficacia e la sicurezza di Odanacatib e gli effetti della sospensione della terapia.

Nello studio di base, le donne in postmenopausa con T-score di densità minerale ossea tra -2.0 e -3.5 a livello della colonna lombare o del femore hanno ricevuto placebo o Odanacatib a 3, 10, 25, o 50 mg a settimana.
Dopo 2 anni, le pazienti ( n=189 ) sono state nuovamente randomizzate a Odanacatib 50 mg a settimana oppure a placebo per un ulteriore anno.

Gli endpoint hanno incluso la densità minerale ossea a livello della colonna lombare ( primario ), della anca totale e di sottoregioni dell'anca; livelli di marcatori del turnover osseo; valutazioni di sicurezza.

Il trattamento continuativo con 50 mg di Odanacatib per 3 anni ha prodotto aumenti significativi rispetto al basale e dal secondo anno nella densità minerale ossea a livello della colonna ( 7.9% e 2.3% ) e della anca totale ( 5.8% e 2.4% ).

N-telopeptide a catena crociata del collagene di tipo I urinario ( NTx ) è rimasto soppresso a 3 anni ( -50.5% ), ma la fosfatasi alcalina osso-specifica ( BSAP ) è rimasta relativamente invariata rispetto al basale.

L'interruzione del trattamento con Odanacatib ha provocato perdita ossea in tutti i siti, ma la densità minerale ossea è rimasta al valore basale o sopra il basale.

Dopo la sospensione di Odanacatib al mese 24, i marcatori di turnover osseo sono aumentati transitoriamente sopra il basale, ma questo aumento si è in gran parte risolto al mese 36.

In entrambi i gruppi di trattamento sono stati riscontrati tassi di eventi avversi complessivi simili.

Dallo studio è emerso che 3 anni di trattamento con Odanacatib sono risultati in un progressivo aumento della densità minerale ossea.
Il farmaco è stato generalmente ben tollerato.
I marcatori di riassorbimento osseo sono rimasti soppressi, mentre i marcatori di formazione ossea sono tornati vicino al basale.
Gli effetti di Odanacatib si sono dimostrati reversibili: il riassorbimento osseo è aumentato transitoriamente e la densità minerale ossea è diminuita dopo la sospensione del trattamento. ( Xagena2011 )

Eisman JA et al, J Bone Miner Res 2011; 26: 242-251

Gyne2011 Endo2011 Farma2011

Altri articoli