La Metformina a rilascio prolungato non riduce la dose di Clomifene necessaria per indurre l’ovulazione nella sindrome dell’ovaio policistico


Quando utilizzate per indurre l’ovulazione, dosi molto alte di Clomifene ( Clomid ) potrebbero portare a un effetto collaterale anti-estrogenico, che riduce la fertilità.
Si ritiene che la Metformina ( Glucophage ) in combinazione con Clomifene possa ripristinare l’ovulazione in alcune donne senza ovulazione e resistenti al Clomifene, affette da sindrome dell’ovaio policistico.

È stato condotto uno studio clinico per determinare se il trattamento contemporaneo con Metformina a rilascio prolungato possa abbassare la dose di Clomifene necessaria per indurre l’ovulazione nelle donne con policistosi ovarica.

Sono stati analizzati i dati dello studio Pregnancy in Polycystic Ovary Syndrome ( PPCOS ), uno studio prospettico, in doppio cieco, multicentrico, placebo-controllo del NICHD Cooperative Multicenter Reproductive Medicine Network.

Le donne, che hanno partecipato allo studio presentavano sindrome dell’ovaio policistico e alti livelli sierici di testosterone, sono state assegnate in maniera casuale al solo Clomifene oppure all’associazione Clomifene e Metformina ( n = 209 in ogni gruppo ).

È stato somministrato Clomifene citrato, 50 mg al giorno per 5 giorni, aumentato di 100 mg o 150 mg in successivi cicli di ovulazione non raggiunta; metà delle pazienti hanno anche ricevuto una dose di Metformina a rilascio prolungato, 1000 mg due volte al giorno.

È stata prevista una durata di trattamento fino a 30 settimane o 6 cicli, o fino alla prima gravidanza.
L’ovulazione è stata confermata da livelli sierici di progesterone maggiori o uguali a 5 ng/mL, valutati in modo prospettico ogni 1-2 settimane.

La prevalenza di almeno un’ovulazione dopo Clomifene è stata del 75% e del 83% ( P = 0.04 ) per il gruppo trattato solo con Clomifene e in quello trattato con Clomifene e Metformina, rispettivamente.

Utilizzando i dati disponibili di 314 donne con ovulazione, la frequenza di distribuzione della dose più bassa di Clomifene ( 50, 100 o 150 mg al giorno ) necessaria per ottenere l’ovulazione, non è risultata distinguibile nei due gruppi.

In conclusione, la Metformina a rilascio prolungato non riduce la dose minima di Clomifene necessaria per indurre l’ovulazione nelle donne con sindrome dell’ovaio policistico. ( Xagena2008 )

Cataldo NA, J Clin Endocrinol Metab 2008; 93: 3124-3127


Gyne2008 Farma2008

Altri articoli