Clomifene e Metformina come approccio di prima linea nel trattamento della anovulazione nelle donne infertili con policistosi ovarica

Il Clomifene ( Clomid ) e la Metformina ( Glucophage ) sono due farmaci efficaci nell’indurre l’ovulazione nelle pazienti con sindrome dell’ovaio policistico, anche se non è ancora chiaro quale dei due farmaci sia da somministrare per primo.

Lo studio, compiuto da Ricercatori dell’Università Magna Grecia e dell’Università Federico II di Napoli, ha riguardato 80 donne infertili, anovulatorie ( che non producono ovuli ), affette da sindrome dell’ovaio policistico.

Le pazienti sono state allocate in due gruppi comparabili per indice di massa corporea ( BMI ) ed età.

Il gruppo sperimentale è stato trattato per 6 mesi con 1700 mg/die di Metformina, mentre il gruppo controllo ha ricevuto Clomifene mediante un protocollo a dosi incrementali.

In entrambi i gruppi, le pazienti, che sono andate incontro ad ovulazione durante trattamento, hanno continuato la terapia per un totale di 6 mesi.

I gruppi sperimentali e di controllo sono stati studiati per un totale di 204 e 169 cicli, rispettivamente.

Nessuna differenza tra i due gruppi è stata osservata nelle percentuali di ovulazione ( 55,4% versus 59,8%, rispettivamente; p=3.96 ), gravidanza ( 10,8% versus 11,2%, rispettivamente; p=0,888 ), e da aborto ( 55,4% versus 59,8% rispettivamente; p=3,96 ).

La percentuale cumulativa di gravidanza non è risultata differente tra i due gruppi ( 62,9% versus 48,6% rispettivamente; p=0,225 ).

Dallo studio è emerso che sia la Metformina 1700 mg/die che il Clomifene rappresentano due approcci di prima linea in grado di migliorare la fertilità nelle donne anovulatorie, affette da policistosi ovarica. ( Xagena2007 )

Palomba S et al, J Clin Endocrinol Metab 2007; Epub ahead of print

Gyne2007 Farma2007 Endo2007

Altri articoli