La L-Arginina previene lo sviluppo della tolleranza ai nitrati durante terapia con nitroglicerina transdermica


L’obiettivo dello studio è stato quello di valutare l’effetto della L-Arginina sullo sviluppo della tolleranza durante terapia transdermica con Nitroglicerina.
La terapia transdermica continua con Nitroglicerina conduce all’insorgenza di tolleranza entro 24-48 ore.
Il meccanismo alla base della tolleranza sembra essere la produzione dell’anione superossido da parte della Nitroglicerina, forse per alterazione della funzione dell’ossido nitrico ossidasi per riduzione della disponibilità della L-Arginina al sito enzimatico.
Hanno partecipato allo studio 14 pazienti con angina pectoris stabile.
Il cerotto alla Nitroglicerina (0,4 mg/ora) è stato applicato per l’intera giornata per 2 periodi di 5 e 10 giorni.
Contemporaneamente è stata somministrata la L-Arginina o il placebo.
Dopo un periodo di wash-out lo studio è stato ripetuto, ma invertendo la somministrazione di L-Arginina e di placebo.
Il treadmill walking time (TWT), fino alla comparsa di angina moderata, non è risultato influenzato nel breve periodo dalla somministrazione di L-Arginina.
La somministrazione di L-Arginina ha aumentato il TWT a 4 e a 24 ore dopo applicazione del cerotto di Nitroglicerina.
Pertanto la somministrazione di L-Arginina è in grado di modificare lo sviluppo di tolleranza ai nitrati durante l’applicazione del cerotto alla Nitroglicerina.

Parker JO et al, J Am Coll Cardiol 2002; 39: 1199-1203

Xagena

Altri articoli