Efficacia e sicurezza di Alfuzosina come terapia medica espulsiva per calcoli ureterali


Alfuzosina ( Xatral ) è stato ampiamente usato per trattare l'iperplasia prostatica benigna e le prostatiti, ed è noto per essere un agente selettivo per il tratto urinario inferiore con una bassa incidenza di reazioni avverse ed effetti ipotensivi.

Diversi studi controllati e randomizzati hanno riportato l’uso di Alfuzosina come terapia espulsiva dei calcoli ureterali.
Anche la Tamsulosina ( Pradif ), un'altro alfa-bloccante, è stato utilizzato come farmaco per la terapia espulsiva dei calcoli ureterali.
Non è chiaro se l’Alfuzosina abbia un'efficacia simile alla Tamsulosina nella gestione della calcolosi ureterale.

È stata eseguita una revisione sistematica e analisi della letteratura che ha messo a confronto Alfuzosina con Tamsulosina o la terapia conservativa standard per il trattamento dei calcoli ureterali distali inferiori a 10 mm di diametro.

Alfuzosina ha fornito un tasso significativamente più alto di assenza di calcoli rispetto ai trattamenti di controllo ( RR=1.85; P minore di 0.001 ) e un più breve tempo di espulsione dei calcoli ( differenza media ponderata, WMD: -4.20 d; P minore di 0.001 ), ma ha presentato una maggiore incidenza di complicanze ( RR=2.02; P minore di 0.01 ).

Quando Alfuzosina è stata confrontata con Tamsulosina non è stata riscontrata alcuna differenza significativa in termini di tasso senza calcoli ( RR=0.90; P=0.09 ) così come nel tempo di espulsione dei calcoli (WMD: 0.52 d; P=0.63).

Gli effetti collaterali di Alfuzosina sono stati simili a quelli della Tamsulosina (RR=0.88; P=0.47).

In conclusione, Alfuzosina è un farmaco sicuro ed efficace per la terapia espulsiva dei calcoli ureterali inferiori a 10 mm di dimensione.
È più efficace del regime terapeutico senza alfa-bloccanti ed è equivalente a Tamsulosina nel suo profilo di efficacia e sicurezza. ( Xagena2015 )

Liu C et al, PLoS One 2015; 10: e0134589

Uro2015 Farma2015

Altri articoli