Forte cefalea: Acido Acetilsalicilico somministrato per via endovenosa è sicuro ed efficace


Un nuovo studio ha dimostrato che l'Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ), somministrato per via endovenosa ( IV ), potrebbe rappresentare un'opzione sicura ed efficace per le persone ricoverate in ospedale per forma grave di cefalea o di emicrania.

La ricerca è stata pubblicata su Neurology.

Per lo studio, i Ricercatori hanno esaminato le cartelle cliniche di 168 persone di età compresa tra 18 e 75 anni, ricoverate in ospedale per cefalea, trattate con Acido Acetilsalicilico per via endovenosa.
Di queste, 117 erano donne. Tutte le persone, ad eccezione di tre, soffrivano di cefalea cronica quotidiana, una condizione definita come cefalea per 15 giorni o più al mese per 3 mesi.
La maggior parte delle persone aveva una diagnosi di emicrania.

I partecipanti hanno ricevuto dosi di 1 grammo di Acido Acetilsalicilico ( in media 5 dosi ). In generale, circa il 6% delle persone ha manifestato effetti collaterali, nessuno dei quali è stato considerato grave. Gli effetti collaterali comprendevano: nausea, dolori al sito di iniezione, e vomito.

Prima, durante e dopo il trattamento, 86 partecipanti hanno compilato un diario sul dolore. Il dolore è stato valutato mediante una scala di 10 punti, con punteggio di 1-3 per la forma leggera di cefalea, 4-7 per la cefalea moderata, e 8-10 per il forte mal di testa.
I partecipanti, assieme agli infermieri, hanno anche valutato l'efficacia dell’Acido Acetilsalicilico per via endovenosa.

Lo studio ha evidenziato che per più del 25% del tempo, le persone hanno presentato una riduzione di 3 punti o superiore nei punteggi del dolore e un declassamento della cefalea da grave a moderata, da moderata a lieve o da lieve a nessun mal di testa. Per circa il 40% del tempo, i partecipanti hanno segnalato un effetto moderato del trattamento farmacologico.

I potenziali effetti collaterali dell’Acido Acetilsalicilico sono: bruciore di stomaco, nausea, vomito, emorragie, peggioramento di asma, insufficienza renale e rash. ( Xagena2010 )

Fonte: American Academy of Neurology, 2010


Neuro2010 Farma2010

Altri articoli