Chemioprofilassi antimalarica: sicurezza dell’associazione Atovaquone e Proguanil nel lungo periodo


In Europa l’associazione Atovaquone e Proguanil ( Malarone ) è la chemioprofilassi antimalarica approvata per viaggi di 28 giorni.
I dati sulla sicurezza e sulla tollerabilità nel lungo periodo della combinazione antimalarica nei viaggiatori non immuni sono scarsi.

Ricercatori olandesi hanno compiuto uno studio osservazionale, prospettico, sui disturbi riportati dai viaggiatori che hanno fatto uso dell’associazione Atovaquone e Proguanil.

Lo studio ha riguardato 169 soggetti che avevano assunto Malarone per un totale di 2.974 settimane.
Di questi, 153 ( 99.5% ) avevano compiuto viaggi nelle regioni endemiche per la malaria in Africa.

Il 44% ( n = 5 ) dei viaggiatori che hanno assunto Atovaquone e Proguanil per 1.140 settimane non hanno riportato alcun disturbo.

Il 56% ( n = 94 ) dei soggetti che avevano fatto uso di Atovaquone per 1.834 settimane ha riportato un totale di 363 disturbi.
La diarrea era il disturbo più comune, con un’incidenza del 13.5%, classificata come lieve per il 7.2%, moderata per il 4.7%, grave per l’1.7%.
Altri disturbi riportati sono stati: cefalea ( 7.4% ), malessere ( 6.1% ), insonnia ( 5.2% ), dolore addominale ( 5% ), nausea ( 5% ) e ulcere alla bocca.

Il 2.4% ( n = 4 ) dei soggetti ha interrotto la profilassi antimalarica a causa dell’insorgenza dei disturbi.

Nessun paziente è stato ricoverato.

Cinque soggetti ( 3% ) hanno contratto la malaria.

I dati dello studio hanno indicato che il Malarone è risultato ben tollerato quando assunto per più tempo di quello attualmente raccomandato. ( Xagena2007 )

van Getnderen PJ et al, J Travel Med 2007; 14: 92-95


Inf2007 Farma2007

Altri articoli

Specialità ( Italian version )